calcoloInfinitesimale

Calcolo infiniitesimale: viaggio nel nonsense sulle note di Paolo Fresu

Immagine"Essere sinceri è una virtù, mentire è un'arte". Ed è quello che Calcolo infinitesimale farà con lo spettatore per un'ora e mezza senza mai dargli tregua capovolgendo le situazioni più tradizionali, ribaltandone il senso e affermando tutto e il contrario di tutto.

La frase che campeggia in apertura di film e sulle locandine promozionali è una precisa dichiarazione d'intenti: il suo compito è avvertire il pubblico ed eventualmente salvarlo dal prendersi troppo sul serio, perché nulla è come sembra nell'esperimento cinematografico di Enzo Papetti e Roberto Minini-Meròt. Un film 'povero' come lo definisce lo stesso Papetti, un budget di 150 mila euro e tre settimane di riprese a Stromboli sulla base di una sceneggiatura scritta sei anni prima partendo dall'idea di mettere in scena l'incontro di un uomo e una donna "che si raccontano un sacco di palle".

Continua su MoviePlayer.it

La rivista intelligente

Ogni tanto nel panorama cinematografico italiano escono film diversi, frutto di una inventiva originale non collocabile in un filone. Uno di questi film è Calcolo Infinitesimale, in uscita il prossimo 16 giugno, firmato da Enzo Papetti e Roberto Minini Merot.
Una sola cosa è certa nella trama: Roberto Pistis è sparito. Dopo aver ottenuto un grande successo col suo libro ‘Calcolo Infinitesimale’ lo scrittore Roberto Pistis ha fatto perdere le sue tracce ed è uscito dalla scena pubblica. Ma una giornalista molto determinata, Valeria Hostis, lo scova sull’isola di Stromboli e si presenta per intervistarlo.
La cornice è quella dell’isola eoliana dominata dal vulcano, un microcosmo nel cuore del Mediterraneo, così piccola e così lontana da permettere la possibilità di non essere riconosciuti. E lì avviene l’incontro tra i due personaggi, dal quale dovrebbe uscire uno scoop giornalistico. Tutto questo però è reale solo nelle prime scene, perché nulla viene confermato, nulla risponde alle aspettative, nel giro di pochi colloqui tutto viene ribaltato. Lo spettatore non fa in tempo a convincersi di una ipotesi che già nella scena successiva scopre nuove verità, fra loro intrecciate e contraddittorie, persino nella dimensione temporale, mentre i personaggi assumono identità diverse. A questo punto la verità non ha più significato: difficile distinguerla dalla menzogna e smascherare la bugia, al contrario tutte le ipotesi sono veritiere.

Continua su La rivista intelligente

Calcolo Infinitesimale – La sfida di Papetti e Minini Merot

La didascalia iniziale del film ci dice che la storia che ci accingiamo a guardare è realmente accaduta. Scopriremo piano piano che non tutto è realmente come sembra.

La scena si apre sulla bellissima isola di Stromboli, dove è appena sbarcata Valeria Hostis (Stefania Rocca), una giornalista che ha rintracciato e contattato Roberto Pistis (Luca Lionello), un famoso scrittore che ebbe un grande successo con il suo primo romanzo Calcolo Infinitesimale. Valeria ha intenzione di scoprire i motivi che hanno spinto lo scrittore a cercare rifugio a Stromboli allontanandosi dal resto del mondo. A tale scopo soggiorna per un breve periodo nella dependance della sua villetta. Condividono insieme i pasti, si confidano, fanno lunghe passeggiate in riva al mare, vedendo crescere sempre di più la loro intimità. È impossibile capire sin da subito cosa si cela dietro questa vicenda apparentemente normale. Attraverso una serie di strambe situazioni, sotterfugi, giochi e inganni conosceremo i segreti della vita di Roberto e le reali motivazioni del viaggio di Laura.

Continua su 2duerighe.com

Taormina Film Fest: premio Stromboli in Love al film ” Calcolo infinitesimale”

Lell’ambito del Taormina Film Fest, con il patrocinio del Comune di Lipari, è stato consegnato al film Calcolo Infinitesimale il Premio Stromboli in Love, per i seguenti motivi:
“Il film Calcolo Infinitesimale, è il primo, dopo Stromboli di Roberto Rossellini, del 1949, interamente ambientato sull’isola.
Stromboli, da una parte, viene mostrata in tutta la sua bellezza nella sua unicità , dall’altra, è il luogo che permette di ritrovarsi e ritrovare una dimensione esistenziale autentica.

Continua su Il Giornale di Lipari.

Stefania Rocca finta reporter
Il film girato a Stromboli

Stefania Rocca TAOOspite della sessantaduesima edizione del TaorminaFilmFest, Tiziana Rocca si intrattiene con la stampa e racconta il suo ‘calcolo infinitesimale’, il nuovo film in uscita il 16 giugno.

La pellicola, diretta dai registi Enzo Papetti e Roberto Minni Merot, è stata interamente girata a Stromboli, una delle meravigliose Isole Eolie.

Nel film anche l’attore Luca Lionello che interpreta Roberto Pistis un cinquantenne che vive sull’isola isolato dal resto del mondo. Stefania Rocca è Valeria Hostis è una (finta) giornalista che scrive per le maggiori testate internazionali, decisa a cercarlo per l’intervista dell’anno.

Arrivata a Stromboli, Valeria (Tiziana) si presenta a casa sua e i due diventano amici…

Scene di verità e di inganno. Dove essere sinceri è una virtù, mentire un’arte.

Parata di stelle per la seconda giornata del festival. Dopo Richard Gere, arrivano Susan Sarandon, Sabrina Impacciatore, Monica Guerritore, Rebecca Hall.

A Susan Sarandon sarà consegnato l’Humanitarian Taormina Award, per l’impegno a favore della popolazione di Haiti.

La seconda TaoClass è affidata a Rebecca Hall, attrice londinese.

RICHARD GERE A TAORMINA

Al Campus è protagonista l’attrice Sabrina Impacciatore, nota per aver preso parte tra l’altro alla commedia “Sei mai stata sulla Luna?” di Paolo Genovese, “La passione di Cristo” di Mel Gibson e “N (Io e Napoleone)” di Paolo Virzì.

 

http://catania.blogsicilia.it/stefania-rocca-finta-reporter-il-film-girato-a-stromboli/342818/

  • 1
  • 2