calcoloInfinitesimale

Hollywood sul Tevere: novanta giorni di Cinema a Roma

57592b265c9cb

“Ventidue anni sono tanti e, ogni anno, cerchiamo di ripartire e di portare il nostro contributo per continuare a rendere Roma grande capitale di cinema. Abbiamo accolto con molta gioia il premio dell’UNESCO per Roma Città creativa.

Continua su Movie Trainer

La Repubblica, pagine romane

13403773 636315626532957 3900563964757058034 où

13428369 636315663199620 6356850390057729184 n

Stefania Rocca, reporter ambigua in Calcolo infinitesimale

Dopo “Abbraccialo per me” Stefania Rocca torna al cinema dal 16 giugno con “Calcolo infinitesimale”, una commedia in cui interpreta un’ambigua reporter


Stefania Rocca, protagonista e produttrice di Calcolo infinitesimale

Dal 16 giugno arriverà nei cinema il film Calcolo infinitesimale, commedia scritta da Enzo Papetti insieme a Roberto Minini Merot. Stefania Rocca è la protagonista del film insieme a Luca Lionello, ma anche co-produttrice. Dopo aver letto la sceneggiatura infatti la Rocca si è innamorata dello script ricco di situazioni e spunti narrativi tanto che ha deciso di produrre la pellicola. Il film è interamente girato in Sicilia, a Stromboli, fra dialetto e lapilli del vulcano delle Eolie che si fa sfondo metaforico di questa storia. Calcolo infinitesimale è distribuito in 16 copie da Mariposa Cinematografica.

La trama di Calcolo infinitesimale

Roberto Pistis (Luca Lionello) ha circa 50 anni, vive a Stromboli, isolato dal mondo. Dopo il grande successo e la fama ottenuti in gioventù con il suo primo romanzo il mondo non sa più nulla. Valeria Hostis (Stefania Rocca) è una giornalista che scrive per le maggiori testate internazionali, decisa a mettersi sulle sue tracce. Lo scova e riesce a prendere appuntamento per quella che ritiene sarà l’intervista dell’anno. Sbarca sull’isola e si presenta a casa sua. I due familiarizzano: curiosi uno dell’altra, si studiano, si spiano e si provocano a vicenda, dando inizio a un sottile gioco di seduzione. Appostamenti, tranelli, rivelazioni e capovolgimenti. Niente è come appare, in un alternarsi di messe in scena, di identità reali o solo presunte, di verità e inganno. Dove essere sinceri è una virtù, mentire un’arte.

http://www.cno-webtv.it/stefania-rocca-reporter-calcolo-inifinitesimale/

L'intervista a Stefania Rocca su LaFreccia per il film Calcolo Infinitesimale

13346535 1030888347002742 1297273870297081816 n

Giancarlo Zappoli

Roberto Pistis vive a Stromboli. Con il suo primo romanzo, divenne un personaggio di successo. Troppo presto per sostenere il peso della notorietà. Negli anni che seguirono, divenne la firma di alcuni quotidiani importanti, un opinionista seguito e rispettato, ma la sua seconda prova come scrittore non vide mai la luce. Un giorno, Valeria Hostis, una giornalista che scrive per le maggiori testate internazionali, decide di mettersi sulle sue tracce. Lo scova, gli scrive e riesce a ottenere un appuntamento per quella che ritiene sarà l'intervista dell'anno. I due familiarizzano, si studiano a vicenda e fra loro, curiosi uno dell'altra, inizia un gioco sottile di seduzione.
Non bisognerebbe mai tenere troppo conto di ciò che i registi dicono di se stessi ma quando si legge nel pressbook che questo film “accetta di misurarsi sul piano internazionale” qualche domanda non può non sorgere. Perché a partire dalla grafica da computer old fashion che lo apre sino alla battuta con effetto boomerang che lo chiude Calcolo infinitesimale può solo dire grazie a due attori che si sono prestati con la loro professionalità (e anche con la necessaria levità) a dare corpo ed espressioni ad una sceneggiatura che avrebbe creato a più d’uno dei loro colleghi qualche imbarazzo. Perché Lionello e Rocca fanno di tutto per dare leggerezza a battute e situazioni che fanno rimpiangere i fotoromanzi del tempo che fu mentre si comprende che nelle intenzioni di chi ha scritto e diretto ci si vorrebbe situare in prossimità di Misterioso omicidio a Manhattan.
Purtroppo non è così e non servono a risollevare le sorti dell’impresa né l’essere marino che fluttua nel cielo né il bianco e nero che mette in scena il romanzo mai pubblicato né tanto meno i disegni che precedono la fine. Sottolineano semmai la distanza che intercorre talvolta tra chi è un accreditato studioso di cinema o uno sceneggiatore di cortometraggi e la misura del lungo. Che richiede caratteristiche e qualità diverse.

 

http://www.mymovies.it/film/2016/calcoloinfinitesimale/

Gabiele Caramellino su Nòva

In maniera del tutto involontaria, un film come Calcolo Infinitesimale va a toccare alcune tra le mie passioni, come il cinema, il mare, l’ironia. E mi piace pensare che sia un altrettanto involontario regalo di compleanno (il mio, che è il 2 giugno, quest’anno ne faccio 36).
 
Si tratta di un film italiano, fuori dai soliti schemi della commedia all’italiana, girato nel 2015 sull’isola di Stromboli (Isole Eolie), in uscita nei cinema italiani giovedì 16 giugno 2016. Il titolo del film riprende il nome del ramo fondante dell’analisi matematica. Due i registi, Enzo Papetti e Roberto Minini Merot; tre le società coinvolte nella produzione, MyroFilm, Blue Grey Productions, Mariposa Cinematografica. Il film è stato finalista, l’anno scorso, al New York Film Festival – International Television & Film Awards, e si rivolge ad un pubblico esigente, senza però rinchiudersi in quella che spesso è l’autoreferenzialità del cinema d’autore italiano.
 
La trama: Roberto Pistis (interpretato da Luca Lionello) è uno scrittore cinquantenne che vive da molti anni a Stromboli. A 25 anni, aveva raggiunto il successo scrivendo un romanzo, ma non era riuscito a reggere il peso della notorietà e dunque aveva deciso di ritirarsi a vita privata su questa isola. Valeria Hostis (impersonata da Stefania Rocca) è una giornalista in carriera, che vuole intervistare Pistis per aggiungere un altro tassello alla propria ascesa. Roberto decide di farsi intervistare e così Valeria lo raggiunge a Stromboli: i due iniziano a studiarsi a vicenda, mettendo in scena un rapporto basato su verità e menzogna, serietà e ironia.
 
Il film è arricchito dalle musiche di Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura. La natura di Stromboli – fra terra, vulcano e mare – fa da sfondo alla narrazione, che si dipana sulla dialettica tra lui e lei.
 
Essere sinceri è una virtù, mentire è un’arte: ecco la sintesi del film.
 
E nell’eterna dialettica uomo-donna, Calcolo Infinitesimale fornisce una storia che vale la pena di vedere.
 
Infine, sul sito web del film, c’è anche un delizioso test (smile).
 
  • 1
  • 2